• Lingua:

  • Lingua:

  • Articles

    Categories

  • LaNuovaRiforma

    Benvenuti nel nostro sito web. la pace e la grazia di nostro Signore Gesù Cristo sia la vostra abbondanza e che Dio vi benedica grandemente. vogliamo introdurre .

    Per saperne di più
  • La Perseveranza dei Santi

    Coloro che Dio ha eletto ed accettato nel Suo beneamato Figlio, che ha efficacemente chiamato, giustificato, adottato e santificato tramite il Suo Spirito, non possono mai ne totalmente ne in finalità scadere dallo stato di grazia, ma invece certamente persevereranno in esso fino alla fine e saranno eternamente salvati e glorificati MATTEO 24:13;ROMANI 8:28-30;1 CORINZI 1:8-9.

    Questa perseveranza dei santi non dipende assolutamente dalla loro volontà e libero arbitrio, ma dipende dall’immutabilità del decreto eterno di Dio, l’elezione, che proviene dalla libero e immutabile amore del Padre in base soltanto all’efficacia dei meriti, virtù e intercessione di Gesù Cristo ROMANI 8:28-39 il dimorare permanente dello Spirito Santo, il seme di Dio dentro il credente nato di nuovo da Lui stesso. Tutto dipende dalla natura del patto eterno di grazia dal quale si erge la certezza e l’infallibilità stessa delle promesse che il Padre ha fatto al Figlio basate sulla Sua fedeltà e ubbidienza e di conseguenza verso TUTTI coloro che sono in Cristo ROMANI 8:35-39;2 TIMOTEO 2:122 TIMOTEO 4:18 ; EBREI 10:39; 1 PIETRO 1:2-5; GIUDA :2-5.

    Sicuramente detti eletti di Dio, possono tramite molte tentazioni di Satana e del mondo con la prevalenza della corruzione che rimane in essi, e con la trascuratezza, cadere in gravi stati di peccato e per un determinato tempo anche continuare in essi. In questo stato incorrere nella disapprovazione Paterna di Dio e conseguentemente affievolire l’opera dello Spirito Santo nella loro vita. Diventando così soggetti alla mancanza di benedizioni, possono incorrere in un indurimento di cuore e incorrere nella sicura disciplina e correzione del Padre che anche severamente li corregge e li riporta al ravvedimento e l’abbandono del peccato EBREI 12:5-11. In varie situazioni il Padre può infliggere tale severo e grave disciplina tanto da giudicare il corpo, la carne causando malattia e in casi estremi di disubbidienza anche la morte fisica, solo fisica però 1 CORINZI 5:5; 1 CORINZI 11:30-32.

    La perseveranza dei santi, del resto come ogni aspetto della vita cristiana è per grazia di Dio soltanto. La salvezza è interamente da Dio, conversione, santificazione, perseveranza e gloria eterna. L’eletto alla salvezza dunque è protetto nella perseveranza mediante la potenza di Dio e l’intercessione del Sommo Sacerdote Gesù Cristo LUCA 23:31-32; ROMANI 8:31-34; EBREI 7:25.

    Questo aspetto è connesso in mezzo a due realtà della salvezza, la predestinazione o elezione e l’assicurazione della salvezza. Coloro che Dio ha predestinato alla salvezza, Dio li protegge e preserva dallo scadere dalla Sua grazia GIOVANNI 6:39; GIOVANNI 17:11-15, coloro che Dio ha giustificato del resto ha anche già nel Suo programma glorificato, porterà dunque a compimento l’opera buona che ha iniziato in noi FILIPPESI 1:6.

    1 Pietro 1:2-7 eletti secondo la preordinazione di Dio Padre, mediante la santificazione dello Spirito, per ubbidire e per essere aspersi col sangue di Gesù Cristo: grazia e pace vi siano moltiplicate. 3 Benedetto sia il Dio e Padre del Signor nostro Gesù Cristo, il quale nella sua grande misericordia ci ha rigenerati a una viva speranza per mezzo della risurrezione di Gesù Cristo dai morti, 4 per un’eredità incorruttibile, incontaminata e immarcescibile, conservata nei cieli per voi, 5 che dalla potenza di Dio mediante la fede siete custoditi, per la salvezza che sarà prontamente rivelata negli ultimi tempi. 6 A motivo di questo voi gioite anche se al presente, per un po’ di tempo, dovete essere afflitti da varie prove, 7 affinché la prova della vostra fede, che è molto più preziosa dell’oro che perisce anche se vien provato col fuoco, risulti a lode, onore e gloria nella rivelazione di Gesù Cristo